Stai navigando con un browser obsoleto. Clicca qui e aggiorna il tuo browser per avere una migliore esperienza di navigazione.

Platinum

Tradizione

Barolo DOCG

Uve

Nebbiolo

Zona di produzione

Langa albese

Tipo di terreno

Terreni di origine miocenico-elveziana e tortoriana, caratteristicamente ricchi di calcare e marne

Esposizione e altitudine

Varie esposizioni con esclusione del Nord - 300/400m slm

Sistema e impianto

Guyot 4.500 ceppi/ha

Vendemmia

I-II decade di ottobre

Gradazione

13,5% vol

Temperatura di servizio

18 °C

Formato bottiglia

0,375 - 0,75 - 1,5 L

Note tecniche

Vinificazione: la fermentazione è di tipo tradizionale, effettuata in tini di acciaio inox a cappello galleggiante, con una durata media di 10-12 giorni a temperatura controllata (30-31 °C) e con frequenti rimontaggi. Segue una permanenza del mosto sulle bucce per qualche giorno, per ottimizzare la fase di estrazione delle sostanze polifenoliche e per favorire l’avvio della successiva fermentazione malolattica.

Affinamento: almeno due anni vengono trascorsi nelle grandi botti di rovere (di Slavonia e della Francia centrale). Segue poi l’imbottigliamento e un affinamento in bottiglia che non è mai inferiore ai 12 mesi.

Note organolettiche

Il frutto del lungo affinamento, grazie soprattutto alle doti naturali di questo prodotto, si sostanzia in un vino ricco di struttura, pieno e robusto, in grado di resistere bene negli anni. Nel calice, il Barolo è vino affascinante sin dal colore, rosso rubino con riflessi granati che, col tempo, si fanno aranciati. Il profumo è netto e intenso, ampio, con sentori tipicamente di fiori appassiti, spezie, foglie secche e sottobosco.

Abbinamenti

Ideale l’accostamento a piatti di carni rosse, più o meno importanti a seconda dell’annata, e a formaggi di media o lunga stagionatura, ma può piacevolmente anche accompagnare l’amichevole conversare di fine pasto.